I waffle sono uno dei dolci che preferisco quando ho voglia di una colazione sostanziosa, golosa e sempre diversa.  Oggi vi rivelo la ricetta per preparare i waffle senza burro, per una versione light ma comunque molto gustosa!

Ti piace variare ogni volta la colazione? Prova il Plumcake alla banana ovvero il Banana Bread al cioccolato!

Cosa sono i waffle:

Il waffle è un dolce a cialda, croccante fuori e morbido dentro che viene cotto su doppie piastre roventi che gli conferiscono il caratteristico aspetto a grata. La piastra è un elemento fondamentale e caratteristico, senza la quale sarebbe impossibile fare dei veri waffle, ma solo delle imitazioni.  Puoi leggere questo articolo di Weboot se non hai ancora comprato una piastra per waffle e vorresti sceglierla al meglio.

Nel nord Europa è un dolce molto tipico e ne esistono diverse varianti come gli Stroopwafel olandesi: delle cialde rotonde e croccanti ripieni di caramello. In Italia esistono dei dolci simili a queste cialde croccanti come le Ferratelle Abruzzesi. L’impasto dei waffle è simile a quello dei pancake: latte, burro, uova, farina e zucchero.

Come si preparano i waffle senza burro:

Vediamo come preparare queste deliziose cialde dolci, morbide dentro e croccanti fuori, cotte sulla tipica piastra per waffel che gli conferisce la classica struttura a nido d’ape! Anche per i waffle con la ricetta senza burro ti consiglio di usare la piastra apposita per un risultato eccellente!

Sono facilissimi e veloci da preparare: basta unire tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolare, metterli nella piastra e il gioco è fatto!

Se ti piace giocare con le pastelle e provarne sempre di nuove prova la ricetta dei Dorayaki giapponesi, i famosissimi pancake soffici di Doraemon o prova la ricetta originale delle Crepes!

waffel ricetta senza burro

Ingredienti per l’impasto:

  • 180 gr di farina
  • 190 gr di latte intero
  • 60 ml di olio di semi o 80 gr di burro fuso
  • 60 gr di zucchero (anche 80 gr se vi piacciono molto dolci)
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di lievito
  • vaniglia (1 bustina o 1 cucchiaio di estratto)
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio di semi di girasole

Procedimento:

Prima di tutto separate i tuorli dagli albumi e montate gli albumi a neve ferma.

Poi montate i tuorli con lo zucchero, il sale, la vaniglia e aggiungete il latte e l’olio (o il burro fuso freddo).

Infine, incorporate la farina e il lievito setacciato, fino ad ottenere un composto morbido e privo di grumi. Questo passaggio è fondamentale per la riuscita dei waffle, setaccia molto bene!

Versate gli albumi a poco a poco nel composto e amalgamate con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare l’impasto.

La cottura e il segreto della superficie caramellata

Prima di tutto versate 1 cucchiaino di olio di semi da entrambi i lati della piastra fredda e tamponate le gocce con un fazzolettino di carta igienica avendo cura di eliminare l’eccesso: questo è un passaggio fondamentale che vi permetterà di ottenere delle cialde ben cotte e caramellate.

Poi, scaldate la piastra e quando è bella rovente aggiungete due, tre mestoli di impasto. In questa fase dovete stare attenti a non riempire né troppo né troppo poco gli spazi della piastra.

Chiudete e lasciate cuocere per 3 minuti, aprite per controllare ma lasciate cuocere ancora per altri 2 minuti. Entrambi i lati devono essere ben dorati.

waffle-ricetta-senza-burro-piastra

Come decorare e Servire i Waffle senza burro

Questa è una delle parti che preferisco: scegliere il ripieno e dare spazio alla creatività!  Spolverate di zucchero a velo e farcite a piacere con quello che più vi piace.

Vi lascio qualche idea per farcire e dare un tocco di colore e di sapore ogni volta diverso ai vostri waffle realizzati con questa ricetta senza burro!

Miele e fettine di mela;

Burro di arachidi con banane a rondelle e noci tritate;

Panna montana con lamponi;

Yogurt greco e mirtilli;

Crema al cioccolato fondente e noci con granella di nocciole.

Come conservare i waffle:

Appena preparati lasciate raffreddare i waffle per poi riporli in una bustina per alimenti così che si conserveranno morbidi un paio di giorni.

Potete scegliere anche di congelarli per conservarli più a lungo.

Ovviamente io vi consiglio di gustare i waffle ancora caldi, appena fatti perché sono super morbidi dentro e croccanti fuori!

Invece, potete anche preparare la pastella la sera prima e conservarla in frigorifero, coperta da pellicola, per poi cuocere i waffle la mattina successiva!