Soprattutto in questo periodo, dare un boost all’umore con qualcosa di gustoso è un’ottima idea. Oggi, proprio per chi vuole vivere in prima persona tutto questo, ho deciso di proporre una torta speciale: la sbriciolata alla crema pasticcera.

Ispirata dal portale Ricetta.it, ho scelto di dare spazio a una preparazione che ha come base ingredienti poveri ma estremamente genuini. Scopriamo assieme come dare vita a questa straordinaria delizia, perfetta da presentare in tavola a colazione.

Ingredienti

Le dosi che stiamo per presentare sono adatte a una tortiera di 22 centimetri di diametro.

  • 300 grammi di farina (va benissimo quella 00)
  • 100 grammi di zucchero bianco
  • 100 grammi di burro (meglio se fresco da frigo)
  • 1 uovo intero
  • Una bustina di lievito per dolci

Ecco gli ingredienti per la crema

  • 500 ml circa di latte
  • 3 tuorli d’uova
  • 60 grammi di zucchero
  • 40 grammi di farina 00
  • Scorza di limone grattugiata q.b.
  • Un paio di baccelli di vaniglia

Svolgimento

La preparazione della sbriciolata con la crema pasticcera inizia prendendo una ciotola, nella quale bisogna unire farina, burro, zucchero, uovo, ingredienti che vanno impastati assieme. Attenzione: non bisogna ottenere l’effetto frolla. L’impasto sopra ricordato, infatti, deve essere ridotto a briciole.

Cosa bisogna fare per riuscirci? Lavorarlo bene con i polpastrelli e mettendosi chiaramente in testa una cosa: non bisogna ottenere un composto perfettamente compatto. Man mano che si procede con l’impasto – rigorosamente a mano, ovviamente – si aggiunge il lievito. Nel momento in cui ci si accorge che il composto risulta perfettamente sbriciolato, lo si lascia riposare in frigorifero per una mezz’oretta.

Nel mentre, non si rimane certo con le mani in mano. Si procede infatti a preparare la crema pasticcera. Il procedimento comincia unendo i tuorli d’uovo con lo zucchero. Il passo successivo prevede il fatto di montare i suddetti ingredienti assieme per circa 5 minuti.

Ci si ferma quando ci si accorge di aver ottenuto un composto dalla consistenza chiara e sufficientemente spumosa. A questo punto cosa si fa? Si prende la farina precedentemente setacciata e la si aggiunge, continuando a montare.

Dopo aver archiviato questi step, ci si focalizza sul latte, che deve essere versato in un pentolino e messo sul fuoco quasi fino al punto di ebollizione. Quando si arriva poco prima di esso, si aggiungono i baccelli e la scorza di limone.

Nel momento in cui si raggiunge il punto di ebollizione, si elimina la vaniglia e si incorporano al latte uova, zucchero e farina. Subito dopo, si porta ancora ad ebollizione e si continua a mescolare. Lo strumento migliore in questo caso è la frusta a mano, perfetta per prevenire la formazione di grumi.

Non appena ci si accorge che la crema ha raggiunto una consistenza sufficientemente omogenea e compatta, arriva il momento di toglierla dal fuoco e di lasciarla raffreddare. Arrivati a questo punto della preparazione, possiamo prendere la tortiera della quale si era parlato all’inizio, imburrarla e ricoprirla con della carta da forno.

Il passo successivo è la preparazione della base della torta, che prevede il fatto di trasferire metà dell’impasto a briciole, facendo attenzione a compattarlo con l’aiuto di un cucchiaio. Se è ben livellato, si può passare allo step successivo, ossia l’aggiunta della crema pasticcera. Attenzione: è opportuno lasciare circa 1 centimetro tra la crema e il bordo della tortiera.

Il tocco finale è molto semplice e consiste nel ricoprire il tutto con l’impasto rimanente. La torta in questione si cuoce in forno ventilato a 160°C per 35 minuti circa. Al di là del tempo, un altro segnale del suo essere pronta è la superficie dorata.