Scopri il mio pane con lievito madre ricetta facile per tutti!

Il pane che vi propongo oggi l’ho preparato con il lievito madre rinfrescato la sera prima; è un pane molto semplice ma che per consistenza e sapore dona grandi soddisfazioni!

L’impasto è facile da lavorare, è maneggevole e non si appiccica alle mani o al piano da lavoro.

Non so se vi è mai successo di seguire una ricetta speranzosi di ottenere quel pane bucoso, per molte persone il pane con gli alveoli ben sviluppati è tipo una fissa, ma che per quanto l’impasto era idratato il risultato è stato un pane senza forma e senza neanche un buco?!

A me è capitato così tante volte che ho deciso di smettere di inseguire le foto e le ricette ammiccanti di chi panifica da anni, ha attrezzature professionali e sa come destreggiare un impasto complicato.

Ho provato e riprovato diverse ricette, ho sbagliato tanto ma alla fine ho trovato il mio procedimento per ottenere un pane buono, semplice con la crosta spessa e croccante e la mollica ben cotta, lievitata uniformemente e saporita.

pane-a-lievitazione-naturale

Se anche voi vi siete stufati di non riuscire a ottenere un pane decente con il lievito madre seguite la mia ricetta e vedrete che troverete un po’ più di fiducia in voi e nelle vostre mani.

Del successo della pizza romana con il lievito madre già ne abbiamo parlato e anche del profumo che sprigionano le fette di pane con i semi di anice sempre con la pasta madre, o dei bagel ! Oggi passiamo ad una ricetta semplice e base per tutti i livelli!

Questa ricetta vi farà sentire bravi, lo so perché è l’effetto che mi fa: quando preparo questo pane vado sul sicuro, mi sento esperta e fiduciosa!

Pur essendo un pane molto semplice da preparare, non è una di quelle ricette “finte” dove bisogna solo aspettare che l’impasto lieviti: in questa ricetta dobbiamo avere pazienza, fare l’autolisi, un pre-impasto, le pieghe 3X3 e la formatura finale. Ogni passaggio però sarà facile, promesso!

Pane con lievito madre ricetta e indicazioni

Un pane semplice, con una crosta fragrante e colorita e una mollica soffice, fitta ma ben lievitata e ariosa.

Il trucco per ottenere un impasto facile da lavorare è realizzare un prefermento, simile al poolish ma più liquido, che dona un notevole sviluppo all’impasto e leggerezza al pane in cottura.

Quando iniziare a fare il pane:

Potete iniziare a panificare la mattina presto così da poter cuocere il pane nel pomeriggio per averlo pronto a cena!

  • Di solito preparo il prefermento la sera prima così che l’indomani impasto, faccio il giro di 3 pieghe ogni 30 minuti per un totale di 1H e 30M e poi lascio lievitare per 5/8 ore in base alla temperatura. Do la forma e lascio ancora lievitare per 2H.
  • È possibile anche preparare il prefermento in giornata e mettere poi l’impasto in frigorifero per tutta la notte e poi cuocerlo la mattina successiva.

Il prefermento può essere preparato anche con un lievito madre rinfrescato un paio di giorni prima o può essere anche impiegato dell’esubero di pasta madre.

Se si vuole usare il lievito di birra ovviamente i tempi di fermentazione e lievitazione saranno più corti. Al posto della pasta madre usare 1 grammo di lievito di birra. Se necessario, per dare più forza, nell’impasto stesso sciogliere altri 3 grammi di lievito di birra fresco.

pane-lievito-madre-facile

Pane con lievito madre ricetta

Ingredienti per il prefermento idratato al 150%:

25 grammi di Pasta Madre Solida, Licoli o semisolida

100 grammi di Farina forte bio

150 ml di acqua

5 gr di zucchero, miele o malto.

Ingredienti per l’impasto:

prefermento

220 ml di acqua

50 ml di acqua

500 grammi di farina tipo 0

10 grammi di sale

10 grammi di EVO.

Procedimento

Sciogliere nella ciotola il prefermento con 220 ml di acqua. Aggiungere gradualmente la farina e mescolare bene per fare assorbire il liquido. Lasciare riposare la massa grumosa per 30 minuti coprendo la ciotola (riposo autolitico) se passano 40 minuti o al massimo 1 ora non succede nulla, ma non di più.

Continuare ad impastare in ciotola introducendo gradualmente la restante acqua con il sale sciolto all’interno. Impastare fino a quando l’impasto inizia ad incordarsi e a non attaccarsi più ai lati della ciotola.

A questo punto unire l’olio e lavorare fino a quando l’impasto diventa omogeneo, compatto e liscio.

Formare una palla e lasciarla riposare per 15 minuti.

Passato questo tempo procedere con le pieghe 3X3.

Alla fine delle pieghe mettere il panetto a lievitare fino all’aumento del volume.

Se è sera metterlo in frigo fino alla mattina, poi tirarlo fuori e lasciarlo acclimatare per 2 ore temperatura ambiente.

Ora, rovesciare l’impasto sul piano leggermente infarinato e dare la forma a pagnotta o a filone.

Mettere a lievitare in un cestino da lievitazione o in una ciotola foderati con un canovaccio spolverato di semola e attendere che lieviti nuovamente.

Cottura

Scaldare il forno statico, con all’interno un pentolino metallico e la stessa placca da forno.

Quando avrà raggiunto i 240°C, togliere la placca e spolverarla leggermente di semola, ribaltarvi l’impasto, ribaltando il cestino con un movimento ben deciso.

Realizzare velocemente delle incisioni sulla superficie con la lametta. Infornare buttando poca nel pentolino rovente per generare il vapore.

Lasciare cuocere in totale 50 minuti diminuendo gradualmente la temperatura: 20 minuti a 240°C, 20 minuti a 220°C e 10 minuti a 200°C.

Negli ultimi 10 minuti potete scegliere di aprire il forno creando uno spiffero con un cucchiaio di legno per far uscire il vapore. Questa operazione aiuta la formazione di una crosta croccante e non morbida.

Finita la cottura lasciare raffreddare il pane su una gratella prima di tagliare.