Oggi parliamo di cosa sono gli esuberi della pasta madre, di come vanno trattati e delle ricette che è possibile preparare. Con l’esubero della pasta madre si possono infatti realizzare diverse ricette come crackers, i taralli, delle favolose piadine!

I Crackers e le Piadine preparate oggi sono velocissimi: niente lievitazione, niente pieghe, niente tempi di attesa o cotture difficili!

 Sono veramente facilissimi li ho realizzati in 15 minuti totali più cottura 15 minuti!

Esubero pasta madre ricette e che cos’è

Chiariamo cos’è l’esubero di pasta madre: ogni volta che rinfreschiamo il nostro lievito madre abbiamo un esubero ossia una parte che non dobbiamo impiegare per panificare, questa parte però la rimettiamo in frigo perché senza di essa non avremmo più il nostro lievito madre. Dopo 3, 5 giorni dobbiamo rinfrescare il lievito madre nuovamente e si possono seguire due metodi:

  • Rinfreschiamo tutta la pasta madre per poi avere un esubero rinfrescato
  • Ne preleviamo solo una parte che andremo a rinfrescare lasciando subito un esubero.

In entrambi casi otterremo comunque un esubero di lievito madre che può essere però: rinfrescato, nel primo caso; non rinfrescato, nel secondo.

Oggi lavoriamo con un esubero non rinfrescato che si differenzia dal primo esubero per forza. Infatti, questo esubero di lievito madre è debole proprio perché non è stato rinfrescato nelle ultime 12 ore ed è quindi adatto a preparazioni facili e non laboriose come pizza brioches.

esubero-pasta-madre-ricette

Cracker con esubero di pasta madre

Croccanti, saporiti, rustici, fragranti e aromatizzati prova i miei crackers velocissimi!

Io li ho arricchiti semplicemente con l’origano ma si possono aggiungere olive, cipolle, pomodori secchi tritati e tanti altri ingredienti per ottenere gusti diversi!

I cracker fatti in casa li trovo perfetti come spezza fame, me ne bastano un paio per placare il mio stomaco che a metà mattina fa sempre i capricci!

Inoltre, questi cracker sono pratici da portare con noi a lavoro, all’università, in una gita fuori porta o in un viaggio lungo: basta metterli in un contenitore di plastica o in una bustina per conservarli in borsa!

Come si conservano i cracker con la pasta madre

I cracker realizzati con la pasta madre si conservano in una scatola di latta anche per una settimana senza perdere la loro fragranza e consistenza iniziale. Ma vedrai che in un paio di giorni saranno già tutti finiti per quanto sono buoni e pratici.

Ingredienti per una teglia di cracker:

  • 100 grammi di pasta madre
  • 200 grammi di semola rimacinata
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 2 cucchiai di origano secco
  • 60 ml di acqua o vino bianco

Procedimento

Sciogli la pasta madre in una ciotola con un po’ di acqua o vino bianco prelevato dal totale. Aggiungi la farina e man mano il liquido scelto. Impastate, unite l’origano, il sale e continuate a lavorare fino ad ottenere un panetto liscio e compatto che non si attacca più. Lascia riposare il panetto per 30 minuti a temperatura ambiente. Ora trasferiscilo su un piano da lavoro infarinato, stendi l’impasto fino a formare un rettangolo e ricavate tanti quadrotti o rettangoli in base alla forma che volete dare ai vostri crackers!

Adagia i crackers su una teglia coperta da carta forno e spennella la superficie un po’ di olio. Cuoci per 10-15 minuti a 200° fino a quando risultano dorati e croccanti.

esubero-pasta-madre-ricette-piadine

Piadine con esubero di pasta madre

Con la stessa ricetta e con lo stesso procedimento puoi realizzare delle semplicissime piadine. L’unico cambiamento rispetto alla prima ricetta è che invece di ricavare dei cracker, devi dividere l’impasto in tante palline che andrai poi a stendere sottili e a cuocere in una padella oliata per 5 minuti per lato. Otterrai delle piadine morbidi e saporite più buone e sfiziose di quelle del supermercato!

Io ho spennellato a fine cottura le piadine con un po’ di olio aromatizzato…squisite gustate calde!

Prova il mio pane casareccio realizzato con l’anice